Nicola Bardino, Rapporti e interferenze tra ordinamenti deontologici

Si pubblica il testo rielaborato ed integrato dell’intervento dell’avv. Nicola Bardino al seminario di deontologia organizzato dalla Camera degli Avvocati Tributaristi del Veneto il 16.12.2016 a Padova.

L’avv. Bardino ha analizzato il tema dei “Rapporti e interferenze tra ordinamenti deontologici”.

 

 Il tema dell’intervento riguarda le interferenze tra diversi sistemi deontologici all’interno del processo tributario. Tali interferenze scaturiscono dal contatto tra difensori provenienti da differenti ambiti professionali, come avviene normalmente nella pratica dell’avvocato innanzi alle Commissioni Tributarie.
Preliminarmente devono essere esposti alcuni rilievi di ordine descrittivo ed alcune premesse generali.
Nell’ambito della giustizia tributaria, diversamente da qualsiasi altra giurisdizione (o comunque, in modo particolarmente significativo rispetto alle altre giurisdizioni), si riscontra la compresenza di difensori, pubblici e privati, caratterizzati (ed è questo l’elemento di maggior rilievo ai fini della presente disamina) dalle più diverse estrazioni.
Da una parte, si può osservare che innanzi alle Commissioni opera un insieme di professionisti assai variegato: si va dagli avvocati ai commercialisti ed esperti contabili, dai consulenti del lavoro agli spedizionieri doganali, e via dicendo (si rinvia all’amplissima elencazione contenuta nell’art. 12 del D. Lgs. n. 546 del 1992).
Si tratta di una classe di professionisti-difensori, ossia di soggetti che esercitano un’attività intellettuale che può essere svolta solo dopo un regolare corso di studi, solo a seguito di una pubblica abilitazione e solo mediante l’iscrizione ad un albo o ad un registro. Tale attività professionale si realizza per lo più in modo indipendente e nel rispetto di una precisa etica professionale.
La presenza di un’etica professionale costituisce, rispetto alle singole categorie di professionisti, tra loro distinte, un elemento unificante: ogni professionista, in questo senso, risulta soggetto all’insieme delle regole morali che disciplinano l’esercizio di una determinata professione.

 

 

Testo integrale rielaborato ed integrato dell’intervento dell’avv. Nicola Bardino:    Nicola Bardino Intervento CAT 16 12 2016

 

 

 

25Ott

Giustizia tributaria: la Corte dei Conti si candida a inglobarla. È possibile ed opportuno?

Il Consiglio di Presidenza della Corte dei Conti, nella persona del Presidente dr. Angelo Buscema, ha diramato una risoluzione con la quale auto-candida i MAGISTRATI CONTABILI a sostituire i MAGISTRATI TRIBUTARI (in allegato). Secondo la risoluzione, che è stata indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, Il CONTROLLO DELLA SPESA attualmente assegnato alla […]
Leggi tutto
9Ott

Contraddittorio e difesa contribuente nel DL 34/’19 Convegno 9 ottobre

La Camera partecipa al  convegno sul tema L’INVITO AL CONTRADDITTORIO E LA DIFESA DEL CONTRIBUENTE NELLE RECENTI INIZIATIVE LEGISLATIVE (D.L. N. 34/2019), a Padova il 9 ottobre 2019 alle ore 14,30-17,30 nella sala conferenze ODCEC in via Gozzi 2/G, in collaborazione con ODCEC di Padova.
Leggi tutto
2Ago

UNCAT partecipa al Forum sul processo tributario telematico del Ministero dell’economia e delle finanze

UNCAT partecipa al Forum sul processo tributario telematico istituito dal Ministero dell'economia.
Leggi tutto